Nuova collezione Pinnacle

Nuova collezione Pinnacle

Nuova collezione Pinnacle 150 150 TURRI

Si chiama Pinnacle la nuova collezione di Turri affidata al pluripremiato Huang Quan, figura di spicco nel panorama cinese dell’interior design. Una linea di complementi d’arredo che è sintesi perfetta tra filosofia orientale, cultura occidentale e gusto contemporaneo.Il nome della collezione racchiude in sé la sua stessa ispirazione: per spiegare il concetto di ‘apice, culmine’, idealizzato nella parola inglese ‘pinnacle’, bisogna rifarsi all’espressione cinese ‘Zheng’rong’, con la quale si indica l’altezza, un punto di vista privilegiato, una vetta. La prima immagine evocata per associazione è quella delle montagne, e non a caso il principio Zheng’rong è alla base della corrente artistica Shan Shui, lo stile pittorico raffigurante i paesaggi naturalistici. Nei dipinti orientali sono infatti spesso rappresentati panorami ripidi e scoscesi, che metaforicamente evocano una certa levatura morale; un approccio alla vita, molto radicato nella cultura cinese, secondo il quale è necessario ambire a raggiungere la grandezza. Un impegno incessante e la volontà di ampliare sempre i propri orizzonti elevano l’animo umano fino al suo apice, circondandolo così di un’aura straordinaria e autorevole. Tuttavia, nell’arte e nella filosofia orientale, la grandezza deve essere sempre bilanciata dalla grazia e dalla semplicità, così come nei panorami montani i pendii più dolci e i corsi d’acqua si alternato alle vette più alte.

Pinnacle è dunque una collezione carica di simboli e significati, magistralmente espressi in ogni dettaglio. L’immagine delle montagne e della natura ispira le forme, con richiami evidenti nella base scultorea del tavolo o nelle linee slanciate delle gambe della vetrina. Tratti audaci, ripidi, vigorosi, addolciti da altri più morbidi e circolari come nello schienale avvolgente delle sedie o nei fianchi curvi della credenza. Anche la scelta dei materiali non è casuale: il top del tavolo in marmo è un chiaro riferimento ai colori delle rocce, mentre l’equilibrio tra grandezza e grazia è espresso da un lato dal legno di noce grigio, quasi austero, dall’altro dalla pelle, più dolce e morbida.Ancora, l’accurata lavorazione artigianale racconta l’impegno e l’ingegno necessari a raggiungere un risultato straordinario, e così anche in questo senso Pinnacle diventa sintesi tra culture diverse: quella orientale, filosofica e concettuale, e quella del design italiano di Turri, custode di una grande tradizione manifatturiera. Tavolo, sedie, credenza e vetrina disegnate da Huang Quan sono infine anche una dichiarazione identitaria. Con le loro linee sinuose, a volte più robuste, a volte più snelle, questi nuovi complementi d’arredo rivelano qualcosa di coloro che li scelgono: l’espressione di un gusto moderno e contemporaneo, l’attenzione alla lavorazione e alla scelta dei materiali, e infine la volontà di abbracciare quel ‘nuovo modo di vivere nella bellezza’ che Turri, con le sue ultime collezioni, ha trasformato in una proposta apprezzata in tutto il mondo.